Il coro parrocchiale di Tassullo, composto da una trentina di elementi, ha come scopo principale quello di animare le celebrazioni liturgiche.
Il repertorio, pur essendo incentrato sui brani legati alle celebrazioni liturgiche, si è progressivamente ampliato fino ad abbracciare altre importanti espressioni musicali: semplici brani polifonici classici e moderni, canti del repertorio popolare, canti appartenenti al repertorio tradizionale di altre nazionalità.
Le uscite principali da ricordare sono il gemellaggio con la Corale San Paolo di Bolzano e con il Coro polifonico Naharti della Val Nerina in Umbria; tre concerti all’interno delle carceri di Trento e Rovereto e la trasferta al Parlamento Europeo a Strasburgo.
Ha avuto l’onore di animare la S. Messa celebrata da Sua Eccellenza il Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli, presso il Santuario di Pietralba in provincia di Bolzano ed  inoltre la Santa Messa nella basilica di Pompei, nella basilica inferiore di San Francesco ad Assisi e nel marzo del 2014 nella basilica di San Pietro a Roma.
Il coro è stato insignito del titolo “Coro di musica popolare di interesse comunale” dal Consiglio Comunale di Tassullo nell’ambito delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
Nel luglio del 2011 ha vinto a Copertino in provincia di Lecce il primo premio alla 10° edizione del Premio Salentino un festival musicale nazionale cristiano per cori e giovani cantanti.
Nell’estate del 2015 il Coro si è recato negli Stati Uniti per svolgere alcuni concerti per i nostri emigrati nelle città New York e Solvay.
Nel 2017 è stato invitato per la seconda volta al premio Salentino dove si è esibito con il canto "a Dio si canti Gloria" sulla musica del Te Deum di Charpentier.
Nel 2018 il Coro si è recato a Campobasso su invito dell’arcivescovo mons. Giancarlo Bregantini per animare una Santa Messa da lui celebrata  e per un concerto di canti popolari nella splendida cornice dell'anfiteatro Romano di Sepino nel  sito  archeologico  di Altilia.
Nel 2019 si è recato in Sardegna per eseguire due concerti assieme ai cori locali: Santa Rughe di Pattada e Coro Incantos di Orune.
Da ricordare inoltre la presentazione di un Dvd Intitolato En ziro per la Val de Non
Dal 1988 il coro è diretto dal maestro Mauro Dalpiaz .    

 

Statuto
 

 

 


 


Il nostro coro

Le note cantate da questo gruppo
di amici si diffondono nell'aria
fresca di montagna!
Un coro festoso di voci miste
armoniose che riesce a trasmettere
una forte emozione!
E vibrano le corde del cuore
come musica celeste si sente.
Melodie sonore accompagnano
le liturgie, canzoni profane si
affiancano nelle serate di paese
narrando storie e leggende!
Come il canto funesto
per il fratello che non c'è più!
E cantano, cantano la dolce armonia
si espande arrivando fino al cielo lassù!

                                            
Luisa Taddei

 

Il coro è disponibile ad eventuali scambi culturali o gemellaggi con altri cori parrocchiali o cori popolari  che fossero interessati.