Il coro parrocchiale di Tassullo è composto da una trentina di elementi. Il suo scopo principale è quello di animare le celebrazioni liturgiche.
Negli anni passati era composto soltanto da voci virili ma, dopo la riforma, sono entrate a farne parte anche le voci femminili.
Il repertorio, pur essendo incentrato sui brani legati alle celebrazioni liturgiche, si è progressivamente ampliato fino ad abbracciare altre importanti espressioni musicali a carattere sacro: semplici brani polifonici classici e moderni, canti del repertorio popolare, canti appartenenti al repertorio tradizionale di altre nazionalità.

Importanti iniziative sono nate dalla collaborazione del coro con altri enti o associazioni locali (amministrazione comunale di Tassullo, A.I.D.O. Val di Non, Cantori D’Anaunia, Associazione Rezia…).
Il coro è impegnato anche in concerti di musica popolare per scopi benefici e di solidarietà esibendosi in molti teatri, sale polifunzionali e chiese della valle e del Trentino.
Le uscite principali da ricordare sono il gemellaggio con la corale san Paolo di Bolzano e con il coro polifonico Naharti della val Nerina dell’ Umbria; un concerto all’interno delle carceri di Rovereto e la trasferta al Parlamento Europeo a Strasburgo.
Nell’estate scorsa ha avuto l’onore di animare la S. Messa celebrata da Sua Eccellenza il Cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, presso il Santuario di Pietralba in provincia di Bolzano, dove lui si reca già da parecchi anni a trascorrere le sue vacanze estive.

Il coro è stato insignito del titolo “coro di musica popolare di interesse comunale”. Lo ha deciso all’unanimità il consiglio comunale di Tassullo nell’ambito delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
Nel luglio del 2011 ha vinto a Copertino in provincia di Lecce il primo premio alla 10° edizione del Premio Salentino un festival musicale nazionale cristiano per cori e giovani cantanti.

Tra le personalità più rappresentative di questo coro segnalo l’organista Federico Pinamonti che da 60 anni accompagna i canti con impegno e dedizione e il direttore del coro, il maestro
Mauro Dalpiaz, che nonostante la sua giovane età lo dirige dal 1988.

 

 

 

Statuto del Coro
 

Il coro è disponibile ad eventuali scambi culturali o gemellaggi con altri cori parrocchiali o cori popolari  che fossero interessati. 

 


 


Il nostro coro

Le note cantate da questo gruppo
di amici si diffondono nell'aria
fresca di montagna!
Un coro festoso di voci miste
armoniose che riesce a trasmettere
una forte emozione!
E vibrano le corde del cuore
come musica celeste si sente.
Melodie sonore accompagnano
le liturgie, canzoni profane si
affiancano nelle serate di paese
narrando storie e leggende!
Come il canto funesto
per il fratello che non c'è più!
E cantano, cantano la dolce armonia
si espande arrivando fino al cielo lassù!

                                             Luisa Taddei